TRASPORTI ECCEZIONALI
Si avvisano i gentili utenti che per tutte le pratiche, le autorizzazioni non possono superare il peso di 13t per asse;
mentre per le pratiche periodiche semplificate, i rimorchi telescopici / semirimorchi telescopici devono circolare completamente retratti in assenza del previsto agganciamento (art. 219 comma 3 del Regolamento al CDS, DPR 31/13) e per i convogli con sporgenze posteriori oltre i 3 m è prevista sempre la scorta tecnica

Il servizio Trasporti Eccezionali on-line consente di presentare la Domanda e ottenere l'Autorizzazione al trasporto e transito di mezzi eccezionali ai sensi della normativa vigente.

Accesso al servizio - solo utenti abilitati:
L'accesso va richiesto compilando il modulo di accesso. Per le agenzie, l'iscrizione di un cliente non trovato nel sistema va richiesta utilizzando lo stesso modulo di accesso chiedendo solo l'inserimento di una nuova anagrafica (senza l'inserimento di un nuovo utente). Per le modifiche alle anagrafiche delle aziende, mezzi ed utenti, inviare una mail con la relativa documentazione in allegato a trasporti.eccezionali@provincia.tn.it

Logo file in formato PDF INFORMATIVA PRIVACY

Provincia di Trento
Servizio Gestione Strade
Ufficio Trasporti Eccezionali
Via Gazzoletti, 33 - 38100 Trento
+39 0461 497534 Battisti Monica monica.battisti@provincia.tn.it
+39 0461 497554 Italiano Gabriella gabriella.italiano@provincia.tn.it
Fax: +39 0461 497645, Mail: trasporti.eccezionali@provincia.tn.it
Web: www.provincia.tn.it

PER RICHIESTE DI SUPPORTO E ASSISTENZA:

Per informazioni sul portale, howto e tutorial, consultare il sitowww.trasportoeccezionale.net
HelpDesk TE ON LINE
http://support.trasportoeccezionale.net,utile a trovare una rapida soluzione al problema riscontrato e fornire i dati necessari per la soluzione dello stesso.
Per chiedere il supporto tramite assistenza, scegliere:
Hai una richiesta da fare Contattaci  e poi scegliere la soluzione corrispondente, completando i dati indicati nei campi appositi per aprire correttamente la segnalazione.


Si avvisano i gentili utenti che Il giorno 10.11.2021 è entrata in vigore la legge 156 del 09.11.2021, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 267 il 09 novembre stesso - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 settembre 2021, n. 121 , che prevede le seguenti modifiche e integrazioni al Codice della Strada:

- Art 10 c2 let b: abbassa il limite della massa complessiva a pieno carico a 86t , introducendo un ulteriore limite tecnico, ossia quello che almeno un carico delle cose indicate richieda l'impiego di veicoli eccezionali.
Con la pubblicazione della Legge 17 Dicembre 2021, n. 215 (scarica_estratto_L_215_2021.pdf) si è ripristinato il trasporto fino a 105t rispetto alle 86t previste dalla Legge 9 Novembre 2021, n. 156, con complessi di veicoli a otto assi per blocchi di pietra naturale, elementi prefabbricati compositi, apparecchiature complesse per l'edilizia, coils e laminati grezzi.

- Art 61 c2: aumenta la lunghezza regolare degli autoarticolati (trattore + semirimorchio) specificatamente certificati e finalizzati al trasporto intermodale (strada-rotaia e strada-mare) a 18,75 m, ferma restando l’idoneità certificata dei rimorchi, o delle unità di carico ivi caricate. Restano ferme le disposizioni per tutti gli altri complessi di veicoli lunghi 16,50 m.

- Art 105 c 1, prevede una lunghezza regolare fino a 18.75m per tutti i convogli agricoli . Oltre tale misura, il convoglio deve essere autorizzato come Trasporto Eccezionale ai sensi dell’art 104 c 8 del CdS.

- Modifica alla legge 474/2021 sulla circolazione in prova dei veicoli, deroga dall’obbligo di revisione stabilito dall’art 80 del CdS, senza incorrere nella violazione del c 14 di detto articolo (omessa revisione), salvo la violazione delle prescrizioni indicate sull’autorizzazione della targa prova, con l’eventuale diritto di rivalsa da parte della Compagnia assicuratrice e l’applicazione della sanzione prevista dall’art 98 c 3 del CdS.

Per eventuali chiarimenti contattare l’ufficio dei Trasporti Eccezionali.


Si avvisano i gentili utenti che dal 28 ottobre 2019 è disponibile la nuova procedura di pagamento MyPay, tramite il canale PagoPA, per il versamento degli oneri dovuti per l’indennizzo usura strade e per le marche da bollo.
A partire dal 31 dicembre 2019 non sarà possibile effettuare i versamenti con le vecchie modalità di pagamento (bollettini postali e bonifici). Sarà possibile utilizzare i pagamenti effettuati tramite bollettini postali e bonifici, entro 6 mesi dal versamento, registrandoli sul portale Trasporti Eccezionali (TE).
La modalità accettata sarà solo mediata tramite PagoPA/MyPay presente sul portale TE oppure sul Portale dei Pagamenti della Provincia Autonoma di Trento:
- per i pagamenti contestuali all'inserimento della domanda, utilizzare l’opzione del Pagamento online, previsto dal portale TE;
- per i pagamenti da effettuare a priori (clienti delle agenzie), a posteriori (integrazioni richieste) o pagamenti dell’indennizzo di usura convenzionale ripartito, utilizzare la modalità presente sul portale MyPay : mypay.provincia.tn.it, scegliendo l’ente “Provincia Autonoma di Trento” e successivamente tra le "Altre tipologie di pagamento" le tipologie “S10 - Trasporti Eccezionali - Indennizzo Maggiore Usura Strade” per il pagamento della sola USURA, “S11 - Trasporti Eccezionali - Bollo su Maggiore Usura Strade” per il pagamento del solo BOLLO, “S15 - Trasporti Eccezionali – Bollo e Maggiore Usura Strade” per il pagamento contestuale di BOLLO ed USURA.
Sarà possibile, durante il processo di pagamento, scaricare l’Avviso di pagamento, da pagare ad esempio presso le agenzie di banca, gli home banking, gli sportelli ATM, i punti vendita SISAL, Lottomatica e Banca 5, presso gli uffici postali o tramite le APP mobile quali EasyPol o Bancomat Pay.
Una volta effettuato il pagamento, lo stesso potrà essere registrato sul portale TE inserendo il codice IUV (Id Unico Versamento) riportato sulla ricevuta.
Per ulteriori informazioni consultare il Manuale dei pagamenti tramite MyPay: ManualePagamentiTeonline_MyPay.pdf [prima di scaricare il manuale svuotare la CACHE con il comando “MAIUSC+CTRL+CANC”]

Si avvisano i gentili utenti che per tutte le pratiche, le autorizzazioni non possono superare il peso di 13t per asse;
mentre per le pratiche periodiche semplificate, i rimorchi telescopici / semirimorchi telescopici devono circolare completamente retratti in assenza del previsto agganciamento (art. 219 comma 3 del Regolamento al CDS, DPR 31/13) e per i convogli con sporgenze posteriori oltre i 3 m è prevista sempre la scorta tecnica

Si avvisano i gentili utenti che Il giorno 10.11.2021 è entrata in vigore la legge 156 del 09.11.2021, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 267 il 09 novembre stesso - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 settembre 2021, n. 121 , che prevede le seguenti modifiche e integrazioni al Codice della Strada:

- Art 10 c2 let b: abbassa il limite della massa complessiva a pieno carico a 86t , introducendo un ulteriore limite tecnico, ossia quello che almeno un carico delle cose indicate richieda l'impiego di veicoli eccezionali.
Con la pubblicazione della Legge 17 Dicembre 2021, n. 215 (scarica_estratto_L_215_2021.pdf) si è ripristinato il trasporto fino a 105t rispetto alle 86t previste dalla Legge 9 Novembre 2021, n. 156, con complessi di veicoli a otto assi per blocchi di pietra naturale, elementi prefabbricati compositi, apparecchiature complesse per l'edilizia, coils e laminati grezzi.

- Art 61 c2: aumenta la lunghezza regolare degli autoarticolati (trattore + semirimorchio) specificatamente certificati e finalizzati al trasporto intermodale (strada-rotaia e strada-mare) a 18,75 m, ferma restando l’idoneità certificata dei rimorchi, o delle unità di carico ivi caricate. Restano ferme le disposizioni per tutti gli altri complessi di veicoli lunghi 16,50 m.

- Art 105 c 1, prevede una lunghezza regolare fino a 18.75m per tutti i convogli agricoli . Oltre tale misura, il convoglio deve essere autorizzato come Trasporto Eccezionale ai sensi dell’art 104 c 8 del CdS.

- Modifica alla legge 474/2021 sulla circolazione in prova dei veicoli, deroga dall’obbligo di revisione stabilito dall’art 80 del CdS, senza incorrere nella violazione del c 14 di detto articolo (omessa revisione), salvo la violazione delle prescrizioni indicate sull’autorizzazione della targa prova, con l’eventuale diritto di rivalsa da parte della Compagnia assicuratrice e l’applicazione della sanzione prevista dall’art 98 c 3 del CdS.

Per eventuali chiarimenti contattare l’ufficio dei Trasporti Eccezionali.


Si avvisano i gentili utenti che dal 28 ottobre 2019 è disponibile la nuova procedura di pagamento MyPay, tramite il canale PagoPA, per il versamento degli oneri dovuti per l’indennizzo usura strade e per le marche da bollo.
A partire dal 31 dicembre 2019 non sarà possibile effettuare i versamenti con le vecchie modalità di pagamento (bollettini postali e bonifici). Sarà possibile utilizzare i pagamenti effettuati tramite bollettini postali e bonifici, entro 6 mesi dal versamento, registrandoli sul portale Trasporti Eccezionali (TE).
La modalità accettata sarà solo mediata tramite PagoPA/MyPay presente sul portale TE oppure sul Portale dei Pagamenti della Provincia Autonoma di Trento:
- per i pagamenti contestuali all'inserimento della domanda, utilizzare l’opzione del Pagamento online, previsto dal portale TE;
- per i pagamenti da effettuare a priori (clienti delle agenzie), a posteriori (integrazioni richieste) o pagamenti dell’indennizzo di usura convenzionale ripartito, utilizzare la modalità presente sul portale MyPay : mypay.provincia.tn.it, scegliendo l’ente “Provincia Autonoma di Trento” e successivamente tra le "Altre tipologie di pagamento" le tipologie “S10 - Trasporti Eccezionali - Indennizzo Maggiore Usura Strade” per il pagamento della sola USURA, “S11 - Trasporti Eccezionali - Bollo su Maggiore Usura Strade” per il pagamento del solo BOLLO, “S15 - Trasporti Eccezionali – Bollo e Maggiore Usura Strade” per il pagamento contestuale di BOLLO ed USURA.
Sarà possibile, durante il processo di pagamento, scaricare l’Avviso di pagamento, da pagare ad esempio presso le agenzie di banca, gli home banking, gli sportelli ATM, i punti vendita SISAL, Lottomatica e Banca 5, presso gli uffici postali o tramite le APP mobile quali EasyPol o Bancomat Pay.
Una volta effettuato il pagamento, lo stesso potrà essere registrato sul portale TE inserendo il codice IUV (Id Unico Versamento) riportato sulla ricevuta.
Per ulteriori informazioni consultare il Manuale dei pagamenti tramite MyPay: ManualePagamentiTeonline_MyPay.pdf [prima di scaricare il manuale svuotare la CACHE con il comando “MAIUSC+CTRL+CANC”]